Progetto


HOMECARE, progetto realizzato con il cofinanziamento dell’Unione Europea, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale - Asse I, Azione 1.1.3 PON Imprese e competitività 2014-2020,  si occupa di salute, garantendo che sia portata assistenza alla persona, quando e dove ne ha bisogno. Il progetto propone la realizzazione di una piattaforma integrata capace di supportare le strutture e le organizzazioni che hanno lo scopo di erogare servizi di assistenza domiciliare in modo efficiente ed efficace mediante un approccio tale da ricomporre la frammentazione nell’erogazione dei servizi e da rispondere pienamente ai bisogni socio-sanitari del cittadino.

La soluzione innovativa oggetto del progetto HOMECARE migliora l’assistenza domiciliare sanitaria, l’erogazione delle cure e la qualità della vita della popolazione anziana e/o affetta da malattie croniche o disabilitanti, rispondendo alle esigenze di una società in cui l’età media nel 2019 è aumentata di due anni rispetto al 2011 ed in cui l'indice di vecchiaia, ovvero il rapporto tra gli over 65 anni e gli under 15, è cresciuto fino al 180%.

HOMECARE è un sistema in grado di collegare, e di tenere insieme, il mondo del paziente e la realtà del medico rappresentando un valore aggiunto in grado di  incrementare l’efficienza operativa/organizzativa/clinica delle cure proposte dal medico e, parallelamente, di coinvolgere attivamente il paziente nella gestione della propria patologia.  Tale sistema è caratterizzato da un alto profilo tecnologico, ma - al tempo stesso - è di semplice utilizzo.

Grazie a HOMECARE è possibile ampliare la disponibilità di prodotti e servizi basati sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) per un invecchiamento attivo e in buona salute, al fine di migliorare la qualità della vita degli anziani e di coloro che li assistono e, al tempo stesso, la sostenibilità dei sistemi di assistenza.

IL CONTESTO

25 milioni di persone soffrono di malattie croniche. Il 40% della nostra popolazione è affetta da almeno una malattia cronica, mentre 12,5 milioni di cittadini italiani soffrono di multicronicità. 

L’aumento dell’età media, del numero di anziani over 65 e di patologie croniche, l’incremento della cultura sanitaria e la maggiore articolazione dei percorsi di assistenza oggi disponibili portano la domanda di servizi ad aumentare costantemente, tanto che si stima che la spesa pubblica sanitaria italiana arriverà a raggiungere nel 2025 l’11% del PIL nazionale.

È quindi necessario un ridisegno strutturale ed organizzativo della rete dei servizi,  soprattutto nell’ottica di rafforzare l’ambito territoriale di assistenza. 

Il progetto HOMECARE migliora l’assistenza domiciliare socio-sanitaria, l’erogazione delle cure e la qualità della vita in generale della popolazione affetta da malattie croniche o disabilitanti

L’assistenza domiciliare è la forma di assistenza che  consente di mantenere a domicilio anche le persone non autosufficienti per favorirne il recupero e ritardare la perdita delle capacità residue di autonomia.

L’assistenza a domicilio, particolarmente per le forme di cronicità, si presenta come alternativa a ricoveri ospedalieri e come forma assistenziale da preferire per i vantaggi in termini di qualità della vita del paziente, a cui vanno aggiunti anche benefici economici rispetto a forme di ricovero anche di carattere extra-ospedaliero.

La finalità principale del progetto HOMECARE è dunque sviluppare un nuovo sistema in grado di collegare, e di tenere insieme, il mondo del paziente e la realtà del medico. Tale sistema, caratterizzato da un alto profilo tecnologico, ma - al tempo stesso - dal semplice utilizzo, potrà trovare il suo campo di applicazione sia a livello domiciliare sia a livello ospedaliero.

HOMECARE si rivolge a due segmenti di clientela:

AZIENDE SANITARIE PUBBLICHE
che erogano direttamente i servizi di assistenza domiciliare

ovvero

ORGANIZZAZIONI PRIVATE
delegate dalle pubbliche sull'intero territorio nazionale.

A casa, HOMECARE gestisce prevalentemente i pazienti cronici: l’innalzamento dell’età media, l’avanzamento delle tecnologie e la necessità di nuovi modelli di cura spingono a cercare approcci di prevenzione innovativi che permettano di monitorare i pazienti a casa propria evitando loro stress inutili derivanti da frequenti spostamenti casa-ospedale.

Nelle strutture sanitarie, oltre a garantire la continuità della cura grazie al tele-monitoraggio dei pazienti e alle dimissioni assistite, HOMECARE gestisce situazioni di emergenza grazie a specifici sistemi che garantiscano tempestività per ogni intervento. 

HOMECARE si inserisce, quindi, nella già consolidata relazione paziente-medico, rappresentando un valore aggiunto in grado di incrementare l’efficienza operativa/organizzativa/clinica delle cure proposte dal medico e, parallelamente, di coinvolgere attivamente il paziente nella gestione della propria patologia. 

Il progetto dunque di fornisce metodologie e strumenti tecnologici per migliorare i modelli organizzativi tra i livelli di cura in maniera da facilitarne l’integrazione.

LE FUNZIONALITÀ

HOMECARE consiste in attività di ricerca e sviluppo per la realizzazione di un’innovazione di  prodotto nell’ambito dell’intervento agevolativo “Agenda digitale”, relativamente alle tecnologie per l’internet delle cose (Technologies for Internet Of Things) nel settore Salute e Assistenza (Health).

In particolare il progetto fa riferimento alla traiettoria tecnologica “Active & healthy ageing: tecnologie per l’invecchiamento attivo e l’assistenza domiciliare”, in quanto ha ad oggetto la realizzazione di una piattaforma con le seguenti funzionalità:

GLI OBIETTIVI REALIZZATIVI

Il progetto HOMECARE ha avuto inizio nell'Aprile 2018 e ha una durata di 36 mesi. Di seguito gli obiettivi realizzativi (OR) nel corso dei 36 mesi.  

DURATA: APR 2018 - MAR 2021

Nell’ambito di tale obiettivo realizzativo le risorse di KIRANET, in collaborazione con gli esperti del CNR e della società Home Medicine, procederanno ad individuare e descrivere il contesto e tutti gli scenari in cui il sistema sarà attivato a regime; saranno esaminate le esigenze di tutti gli attori coinvolti, individuata la normativa vigente e definiti i requisiti funzionali del sistema completo.

DURATA:   APR 2018 - NOV 2021

Nell’ambito di tale obiettivo realizzativo le risorse di KIRANET saranno impegnate nella caratterizzazione della logica funzionale del sistema; saranno definite le viste ed i diagrammi necessari per la rappresentazione dell’architettura dello stesso. Sarà inoltre realizzata, in collaborazione con gli esperti di PROTOM, la progettazione del dispenser, sia per quanto concerne la parte meccanica sia per la parte elettronica.

DURATA:   APR 2019 - NOV 2021

Nell’ambito di tale obiettivo realizzativo le risorse di KIRANET procederanno con lo sviluppo del codice dei diversi moduli software costituenti il sistema.

DURATA:   APR 2019 - NOV 2021

Nell’ambito di tale obiettivo realizzativo le risorse di KIRANET procederanno con la realizzazione dell’hardware e dell’infrastruttura da far utilizzare ai pazienti nella sperimentazione su campo.

DURATA:  OTT  2019 - FEB 2022

Nell’ambito di tale obiettivo realizzativo saranno realizzati i casi di test, le attività di verifica e sarà formalizzata la validazione del sistema rispetto alle specifiche individuate nell’OR 1.